Scriviamo in italica con i quaderni SMED

Pubblicato il 17 Luglio 2017 in Associazione

La nuova serie di manuali che sviluppa le linee-guida del progetto Scrittura Corsiva e aiuta a riscoprire la pratica della scrittura a mano  

“Scriviamo in italica” è la collana di manuali-eserciziari che SMED – grazie alla generosità di tutti i soci, alla dedizione e professionalità di alcuni e al sostegno di Fabriano – ha scelto di pubblicare per migliorare e valorizzare l’insegnamento / apprendimento della scrittura a mano. La serie, che segue le linee-guida del progetto Scrittura Corsiva, conta tre titoli: Le maiuscole, Le minuscole, Il corsivo. È stata mandata in stampa fra gennaio e luglio 2017.

Il modello, il metodo e gli esercizi

Il modello di scrittura proposto – così significativo per le sue origini umanistiche – è quello italico opportunamente semplificato per l’uso scolastico da Monica Dengo.

Il disegno essenziale delle lettere e la semplicità del ductus (il modo in cui si scrive ogni singola lettera o una parola) della scrittura italica non sono solo funzionali alla lettura, sono oggettivamente più economici dal punto di vista grafo-motorio: la maggior parte delle lettere minuscole si scrivono con un tratto e per passare dallo stile stampato a quello corsivo basta aggiungere le legature. Invece di quattro alfabeti, il modello italico ne prevede infatti solo due: minuscolo e maiuscolo stampato. Tutte qualità che lo rendono adatto a favorire il riconoscimento visivo e la memorizzazione delle forme alfabetiche e la loro corretta esecuzione. 

Oltre che per il modello di scrittura che adottano, i quaderni della serie “Scriviamo in italica” si distinguono per il metodo proposto: le lettere vengono introdotte non per ordine alfabetico, ma per somiglianza e difficoltà crescente di esecuzione. Spiegazioni, illustrazioni ed esercitazioni si susseguono con coerenza e tanta attenzione per chi sta imparando a scrivere.

Ai bambini la serie dei quaderni SMED “Scriviamo in italica” offre un percorso di apprendimento logico e graduale, mentre per insegnanti, educatori e genitori rappresenta un invito a mettersi in gioco.

Crediti

Hanno collaborato: Eleonora Ambrusiano, Riccardo Bello, Laura Bravar, Maria Grazia Colonnello, Monica Dengo, Caterina Giannotti, Massimo Gonzato, Daniela Moretto, Patrizia Puglielli, Manuela Sommavilla, Kit Sutherland • Grafica e impaginazione e illustrazioni: Daniela Moretto • Stampa: Tipolitografia Campisi, Arcugnano (Vicenza) • Carta: Arcoset White White 120 g/mq donata da Fabriano (Gruppo Fedrigoni) • Prima edizione © 2017

I testi sono stati composti in Italica, il carattere da stampa disegnato da Monica Dengo in collaborazione con Riccardo Olocco e finanziato dall’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII di Terranuova Bracciolini (Arezzo).

Ulteriori informazioni

Se sei interessato ai quaderni “Scriviamo in italica” e agli altri materiali didattici originali SMED, consulta la pagina Didattica.